Logo del sito Regioni Marche
Analisi Conformità sito Regione Marche

Home Page -> Marche -> Conformità

Introduzione

La verifica di conformità del sito della regione Marche è stata condotta seguendo le linee guida WCAG 1.0 (W3C) in modo rigoroso. Abbiamo analizzato la conformità nei livelli: primo (A), secondo (AA) e terzo (AAA) avvalendoci del seguente strumento gratuito di valutazione: http://webxact.watchfire.com come supporto all'analisi manuale successiva dei risultati.

Le 14 linee guida si basano su due principi generali: assicurare una trasformazione elegante, rendere il contenuto comprensibile e navigabile. Una trasformazione elegante fa sì che le pagine siano accessibili anche in presenza di disabilità fisiche, sensoriali e dell'apprendimento; le linee guida di riferimento vanno dalla 1 alla 11.
Rendere il contenuto comprensibile e navigabile lo si realizza con l'adozione di un linguaggio chiaro, semplice e inserendo sistemi di navigazione nella pagina stessa e tra pagine diverse; le linee guida di riferimento vanno dalla 12 alla 14.
Ad ogni punto di controllo delle linee guida è stato assegnato un livello di priorità, riferito all'impatto che tale punto potrebbe avere sull'accessibilità complessiva.

Priorità 1
Lo sviluppatore di contenuti Web deve conformarsi al presente punto di controllo. In caso contrario, a una o più categorie di utenti viene precluso l'accesso alle informazioni presenti nel documento. La conformità a questo punto di controllo costituisce un requisito base affinchè alcune categorie di utenti siano in grado di utilizzare documenti Web. Se una pagina è conforme a tutti i punti di controllo di questa priorità, le si può assegnare il livello di conformità "A"

Priorità 2
Lo sviluppatore di contenuti Web dovrebbe conformarsi a questo punto di controllo. In caso contrario per una o pià categorie di utenti risulterà difficile accedere alle informazioni nel documento. La conformità a questo punto consente di rimuovere barriere significative per l'accesso a documenti Web. Se una pagina è conforme a tutti i punti di controllo di questa priorità, le si può assegnare il livello di conformità "AA"

Priorità 3
Lo sviluppatore di contenuti web può tenere in considerazione questo punto di controllo. In caso contrario, uno o più categorie di utenti sarà in qualche modo ostacolato nell'accedere alle informazioni presenti nel documento. La conformità a questo punto migliora l'accesso ai documenti web. Se una pagina è conforme a tutti i punti di controllo di questa priorità, le si può assegnare il livello di conformità "AAA"

Linea guida 1. Fornire alternative equivalenti al contenuto audio e visivo.

Fornire un contenuto che, quando viene presentato all'utente, gli trasmetta essenzialmente la stessa funzione o scopo del contenuto audio o visivo.

1.1 Fornire un equivalente testuale per ogni elemento non di testo (per esempio, mediante "alt", "longdesc" o contenuto nell'elemento stesso). Questo comprende: immagini, rappresentazioni grafiche di testo (compresi i simboli), zone di immagini sensibili, animazioni (ad es. GIF animate), applets e oggetti programmati, arte ASCII, frame, script, immagini usate come richiamo per elenchi, spaziatori, bottoni grafici, suoni (azionati con o senza l'intervento dell'utente), file di solo audio, tracce audio di video e video. [Priorità: 1]
Quasi tutte  le immagini non presentano alt o longdesc, costituendo quindi una barriera a chi, con disabilità visive,  utilizza un lettore di schermo; si riscontra inoltre che nel menù i titoli delle sezioni (per es. "Istituzione") sono veicolate tramite immagini sprovviste di alt, se il sito quindi viene visualizzato con un browser che non supporta le immagini vi è una perdita di informazioni significative.
Vi è infine l'assenza di una valida alternativa delle animazioni in Flash, che non venendo descritta adeguatamente non può essere fruita da chi è dotato delle tecnologie (browser, plugin) o  delle abilità (vista, udito) richieste.

Linea guida 2. Non fare affidamento sul solo colore.

Assicurarsi che il testo e la parte grafica siano comprensibili se consultati senza il colore.

Immagine normale Immagine desaturata
L'informazione veicolata rimane comprensibile indipendentemente dalla presenza del colore o meno. L'unico appunto lo si può trovare in una difficile individuazione dei link di colore scuro (come si può vedere dalle immagini riportate qui sopra).

Linea guida 3. Usare marcatori e fogli di stile
e farlo in modo appropriato.

Marcare i documenti con i corretti elementi strutturali. Controllare la presentazione con fogli di stile piuttosto che con elementi e attributi di presentazione.

3.1 Quando esiste un linguaggio di marcatori adatto, per veicolare informazione usare un marcatore piuttosto che le immagini. [Priorità 2]
Nel menù le sezioni sono titolate da delle immagine anzichè dai tag adeguati.

3.2 Creare documenti che facciano riferimento a grammatiche formali pubblicate. [Priorità: 2]
E' stata riscontrata l'assenza del DTD (document type declaration) all'inizio del documento.

3.3 Usare fogli di stile per controllare l'impaginazione e la presentazione. [Priorità 2]
Vi è un uso di HTML deprecato (tag FONT) e un non utilizzo dei fogli di stile (FONT dichiarato nell'HTML e non nel CSS) (http://www.regione.marche.it/template/1/browse/Tradizionale/regione_style.css).

3.4 Usare unità relative e non assolute nei valori degli attributi del linguaggio dei marcatori e i valori della proprietà del foglio di stile. [Priorità 2]
Sono state utilizzate misure assolute per la dimensione dei caratteri.

3.5 Usare elementi di intestazione per veicolare la struttura del documento e usarli in modo conforme alle specifiche. [Priorità 2]
Non sono stati utilizzati i tag H1, H2 per veicolare le informazioni su sezioni e sotto sezioni.

Linea guida 4. Chiarire l'uso di linguaggi naturali.

Utilizzare marcatori che facilitino la pronuncia o l'interpretazione di testi stranieri o abbreviati.

4.1 Identificare con chiarezza i cambiamenti nel linguaggio naturale del testo di un documento e in ogni  equivalente testuale (per es. nelle didascalie). [Priorità 1]
Le pagine sono sprovviste dell'apposito tag "lang" che avverte del temporaneo cambio di lingua del testo.

4.2 Specificare lo scioglimento di ogni abbreviazione o acronimo nel documento laddove compare per la prima volta. [Priorità 3]
Non è fornita la spiegazione degli acronimi (ad esempio CISL).

4.3 Identificare il linguaggio naturale principale di un documento. [Priorità 3]
Non è specificata la lingua del documento HTML. Impedendo ai lettori di schermo di pronunciare correttamente le parole.

Linea guida 5. Creare tabelle che si trasformino
in maniera elegante.

Assicurarsi che le tabelle abbiano la marcatura necessaria per essere trasformate dai browser accessibili e da altri interpreti.

5.1 Per tabelle di dati, identificare le intestazioni di righe e colonne. [Priorità 1]
Le tabelle dati non hanno le corrette intestazioni di riga e di colonna.

5.2 Per tabelle di dati che hanno due o più livelli logici di intestazioni di righe o colonne, usare marcatori per associare le celle di dati e le celle di intestazione. [Priorità 1]
Neanche le tabelle complesse utilizzano i corretti marcatori per individuare le celle e le intestazioni.

5.3 Non usare tabelle per impaginazioni a meno che la tabella non sia comprensibile se letta in modo linearizzato. Altrimenti, se la tabella non risulta leggibile, fornire una alternativa equivalente (che può essere una   versione linearizzata). [Priorità 2]
Vengono utilizzate le tabelle per impaginare e non per veicolare informazioni tabellari.

5.5 Per le tabelle, fornire sommari. [Priorità 3]
Non vengono forniti dei sommari delle tabelle.

Linea guida 6. Assicurarsi che le pagine che
danno spazio a nuove tecnologie si trasformino in maniera elegante.

Assicurarsi che le pagine siano accessibili anche quando le tecnologie più recenti non sono supportate o sono disabilitate.

6.1 Organizzare i documenti in modo che possano essere letti senza i fogli di stile. Per esempio, quando un documento HTML viene reso senza i fogli di stile associati, deve essere sempre possibile leggere il documento. [Priorità 1]
Senza fogli di stile il sito mantiene la stessa struttura fondamentalmente anche se senza colori il testo è reso di difficile lettura

6.3 Assicurarsi che le pagine siano utilizzabili quando script, applet, o altri oggetti di programmazione sono disabilitati oppure non supportati. Se questo non è possibile, fornire informazione equivalente in una pagina accessibile alternativa. [Priorità 1]
Non viene visualizzata informazione equivalente su pagina alternativa quando si presentano script o applet, vi è quindi perdita di informazione

Linea guida 7. Assicurarsi che l'utente possa
tenere sotto controllo i cambiamenti di contenuto nel corso del tempo.

Assicurarsi che gli oggetti in movimento, lampeggianti, scorrevoli o che si autoaggiornano possano essere arrestati temporaneamente o definitivamente.

7.1 Fino a quando gli interpreti non permetteranno agli utenti di controllare lo sfarfallio, evitare di far sfarfallare lo schermo.
Nessun elemento presente nel sito lampeggia, si muove o cattura ripetutamente l'attenzione dell'utente

Linea guida 8. Assicurare l'accessibilità
diretta delle interfacce utente incorporate.

Assicurarsi che la progettazione delle interfacce utente segua i principi dell'accessibilità: accesso alle diverse funzionalità indipendente dai dispositivi usati, possibilità di operare da tastiera, comandi vocali, ecc.

8.1 Fare in modo che elementi di programmi come script e applet siano direttamente accessibili o compatibili con le tecnologie assistive. [Priorità 2]
Le animazione flash non sono accessibili o compatibile con le tecnologie assistive.

Linea guida 9. Progettare per garantire
l'indipendenza da dispositivo.

Usare caratteristiche che permettono di attivare gli elementi della pagina attraverso una molteplicità di dispositivi di input.

9.2 Assicurarsi che ogni elemento che possiede una sua specifica interfaccia possa essere gestito in una modalità indipendente da dispositivo. [Priorità 2]
Non esistono plugin flash per terminali mobili compatibili con lo standard usato dai pc.

9.4 Creare un ordine logico di tabulazione fra i collegamenti, i controlli dei moduli, e gli oggetti. [Priorità 3]
Si può navigare nel sito utilizzando il tasto tasto tab  tranne qualche sbavatura nell’ordine che non sempre viene mantenuto.

9.5 Fornire scorciatoie da tastiera per i collegamenti importanti, per i controlli dei moduli, e per i gruppi di controlli dei moduli. [Priorità 3]
Non ci sono tasti per l'accesso rapido.

Linea guida 10. Usare soluzioni provvisorie.

Usare soluzioni provvisorie in modo che le tecnologie assistive e i browser più vecchi possano operare correttamente.

10.1 Fino a quando gli interpreti non permetterano agli utenti di bloccare la generazione di nuove finestre, non fare apparire finestre a cascata o di altro tipo e non cambiare la finestra attiva senza informare l'utente. [Priorità 2]
Selezionando alcuni collegamenti si apre una nuova finestra senza preavviso.

10.4 Fino a quando gli interpreti non gestiranno in maniera corretta controlli vuoti, inserire caratteri di default come segnaposto nelle caselle per l'immissione di testo a una riga oppure a più righe. [Priorità 3]
Non sono inseriti caratteri di default come segnaposto nelle caselle di immissione di testo.

10.5 Fino a quando gli interpreti (comprese le tecnologie assistive) non renderanno in modo distinto collegamenti adiacenti, inserire caratteri stampabili (delimitati da spazi), non facenti parte dei collegamenti, per separare i collegamenti adiacenti. [Priorità 3]
Alcune volte i collegamenti non sono separati da caratteri stampabili.

Linea guida 11. Usare le tecnologie e le raccomandazioni del W3C.

Usare le tecnologie del W3C (in conformità con le specifiche) e seguire le raccomandazioni sull'accessibilità. Nei casi in cui non sia possibile usare una tecnologia del W3C, oppure se nell'utilizzarla si ottenesse materiale che non si trasforma in maniera elegante, fornire una versione alternativa del contenuto che sia accessibile.

11.2 Evitare le caratteristiche delle tecnologie W3C che sono disapprovate. [Priorità 2]
Vi è un uso non corretto di alcuni tag di HTML (FONT)

Linea guida 12. Fornire informazione per la
contestualizzazione e l'orientamento.

Fornire informazione per la contestualizzazione e l'orientamento, per aiutare gli utenti a comprendere pagine od elementi complessi.

12.3 Dividere grandi blocchi di informazione in gruppi più maneggevoli quando è naturale ed appropriato. [Priorità 2]
Manca qualche volta l’uso dei tag che permettono il raggruppamento di link e informazioni altrimenti organizzate in maniera caotica.

12.4 Associare esplicitamente le etichette ai loro controlli. [Priorità 2]
Non è etichettato il contenuto del bottone submit nella form . Manca il tag LABEL

CODICE
linea 59:
<TD align=right width=22>
<INPUT type=image height=16 hspace=0 width=22 src="http://www.regione.marche.it/template/1/browse/Tradizionale/imgs/freccia_suAzzurro.gif" value=Submit name=Submit>
</TD>
Linea guida 13. Fornire chiari meccanismi di navigazione.

Fornire chiari e coerenti meccanismi di navigazione -- informazione per l'orientamento, barre di navigazione, una mappa del sito, ecc.

13.1 Identificare con chiarezza l'obiettivo di ogni collegamento. [Priorità 2]
Ci sono collegamenti formati da immagini senza testo alternativo

CODICE
linea 535:
<td valign="top" width="10" align="left">
<a href="viewdoc.asp?CO_ID=441" target="_self">
<img src="http://www.regione.marche.it/template/1/browse/Tradizionale/imgs/dot.gif" width="8" height="8" hspace="5" border="0">
</a>
</td>

I collegamenti con la stessa parte testuale sono poco esplicativi.

CODICE
linea 106 e 111:
<a href="moduli.asp?modulo=assessori" target=""></a>) (priorit? 2)<br>
Linea guida 14. Assicurarsi che i documenti siano chiari e semplici.

Assicurarsi che i documenti siano chiari e semplici in modo che possano essere compresi più facilmente.

14.3 Creare uno stile di presentazione coerente fra le pagine. [Priorità 3]
Fondamentalmente tra le pagine del sito vi è una coerenza di stile.

Conclusioni

In generale il sito presenta delle non-conformità in tutte le tre priorità. Questo è indice del fatto che sicuramente su questo sito ci sarebbe ancora da lavorare: prima sulla priorità 1, della quale evidenziamo le non-conformità relative all’assenza delle alternative testuali alle immagini e alle varie rappresentazioni grafiche, all’assenza di una chiara identificazione del cambiamento del linguaggio (importante per i lettori di schermo), all’assenza delle corrette intestazioni per le tabelle; poi sulla priorità 2 e 3 delle quali spiccano le non-conformità relative all’uso di codice HTML deprecato (uso FONT per esempio), l’assenza di sommari per le tabelle e di spiegazioni per gli acronimi.

Valid CSS! Valid XHTML 1.1! Level Double-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0

Scritto da Marco De Fanti, Nicola Petris e Francesco Savanelli.

Versione 1.0 aggiornata al 22/09/05